Effetti dell’attività dell’istamina e dell’enzima DAO durante la gravidanza

Anna Nadal

Effetti dell’attività dell’istamina e dell’enzima DAO durante la gravidanza

Funzioni dell’istamina durante la gravidanza

L’istamina svolge diverse funzioni nei processi allergici e infiammatori e nelle azioni neuroendocrine nel sistema nervoso centrale. È coinvolta anche nel ciclo mestruale e nella gravidanza.

L’interazione tra l’istamina, gli ormoni femminili e le loro proprietà vascolari promuove la crescita e la differenziazione delle cellule (Pap, 2004).

Un equilibrio ottimale tra i livelli di istamina e la funzionalità del DAO potrebbe essere cruciale per una gravidanza priva di complicazioni.

In diversi studi sono state stabilite relazioni tra attività ridotte dell’enzima DAO e molteplici complicazioni in gravidanza, come il diabete, il rischio di aborto e i disturbi trofoblastici.

La malattia trofoblastica della gravidanza comprende un gruppo di rare patologie in cui si formano cellule anomale all’interno dell’utero dopo il concepimento.

È comunque necessaria ulteriore ricerca per determinare se le donne con intolleranza all’istamina affrontano gravidanze più complesse e tassi di aborto più elevati a causa dell’alterazione delle attività del DAO e se i bassi livelli di DAO o le modifiche genetiche nel gene DAO potrebbero rappresentare un fattore prognostico per un maggior rischio di aborto.

Gravidanza: metabolismo dell’istamina e dell’enzima DAO

L’equilibrio tra l’istamina e l’enzima DAO, che degrada l’istamina, gioca un ruolo importante in una gravidanza priva di complicazioni (Brew e Sullivan, 2001). È stata riscontrata una riduzione dell’attività dell’enzima DAO nelle gravidanze ad alto rischio, mentre i livelli nel sangue entro i limiti della normalità sono stati associati a una prospettiva favorevole dello sviluppo fetale.

embarazo_histamina_dao
La placenta produce l’enzima istidina decarbossilasi (HDC), che sintetizza l’istamina, e la diamino ossidasi (DAO), che degrada l’istamina.

L’enzima diamino ossidasi (DAO) è prodotto in grandi quantità dalla placenta e funge da barriera metabolica per evitare un eccessivo ingresso di istamina bioattiva dalla placenta nella circolazione della madre o del feto.

Pertanto, è stato suggerito che valutare la funzionalità dell’enzima DAO potrebbe essere utile come strumento diagnostico per rilevare il rischio di complicanze in gravidanza.

L’endometrio, che è il rivestimento dell’utero, e il miometrio, lo strato muscolare esterno dell’utero, contengono un gran numero di mastociti che contengono istamina (Massey et al., 1991; Pap, 2004), e anche nella placenta sono presenti mastociti (Purcell e Hanahoe, 1991).

L’istamina contribuisce alle interazioni embriono-utero durante l’impianto.

Nella placenta, l’espressione dell’enzima istidina decarbossilasi (HDC) è circa 1000 volte maggiore rispetto ad altri organi (Pap, 2004).

Il gene dell’istidina decarbossilasi è regolato dalla progesterone (Paria et al., 1998), che aumenta durante la gravidanza.

Negli esseri umani, è stato osservato che i recettori H1R sono espressi nelle villosità della placenta e svolgono un ruolo importante nello scambio di sostanze tra il sangue materno e fetale e nella secrezione di molti ormoni come gli estrogeni (Matsuyama et al., 2004).

L’istamina gioca un ruolo importante nell’interazione feto-madre dopo l’impianto dell’embrione (Brew e Sullivan, 2001; Pap, 2004, Noskova et al., 2006).

Nelle gravidanze normali, si è osservato un significativo aumento dei livelli di DAO nel primo trimestre (Southren et al., 1964; Dubois et al., 1977), seguito da una fase di plateau nel secondo e terzo trimestre (Southren et al., 1964; Dubois et al., 1977).

niveles_enzima_Dao_semanas_embarazo
Intervallo di attività dell’enzima DAO durante la gravidanza e valori correlati alle complicanze in gravidanza (Southren et al., 1966).

Le gravidanze che non mostrano un aumento dell’attività dell’enzima DAO comportano un aumento delle concentrazioni di istamina nel plasma e nell’urina, e questo eccesso di istamina è stato associato a un maggiore rischio di preeclampsia, iperemesi gravidica e aborto (Dubois et al., 1977; Clemetson e Cafaro, 1981; Brew e Sullivan, 2006).

RISULTATI E CONCLUSIONI

  • Esiste un ruolo fisiologico dell’istamina nell’impianto dell’embrione e nello sviluppo fetale durante la gravidanza. 
  • È necessario un equilibrio tra l’istidina decarbossilasi e la funzione dell’enzima DAO. 
  • Un eccesso di istamina può comportare un aumento del rischio di complicazioni in gravidanza. 
  • L’enzima DAO funge da barriera metabolica per evitare un ingresso massiccio di istamina nel feto. 
  • È stata stabilita una relazione tra una carenza nell’attività dell’enzima DAO e complicanze in gravidanza. 
  • La valutazione della funzionalità dell’enzima DAO potrebbe servire come strumento diagnostico, insieme ad altri test, per valutare il rischio di complicanze in gravidanza. 
  • Anche se sono necessarie ulteriori ricerche, un’efficace degradazione dell’istamina è importante per una gravidanza sana.

Al seguir navegando el sitio, aceptas el uso de cookies. más información

La configuración de cookies en este sitio web está configurada para "permitir cookies" para brindarle la mejor experiencia de navegación posible. Si continúa utilizando este sitio web sin cambiar la configuración de las cookies o si hace clic en "Aceptar" a continuación, está dando su consentimiento.

Cerrar